Hai bisogno di aiuto?

Non esitare a contattarci, saremo in grado di rispondere a tutte le tue richieste.

FORMAZIONE PROFESSIONALE

Perché un’impresa decide di formarsi o anche di proporre la formazione ai propri dipendenti? Rispondere significa essere già a metà cammino, significa aver già intrapreso la strada verso il cambiamento. Talvolta, in alcune aziende, si propone la  formazione senza averne coscienza, senza aver deciso di intraprendere un percorso di comprensione e di crescita. Capita di imitare altre organizzazioni, di farsi vendere questo o quel pacchetto, di trovarsi in situazioni problematiche e, in preda all’urgenza di uscirne, capita di acquistare un corso che promette di sfornare manager di successo, venditori motivati, che aumenti la produttività, magari in sole cinque mosse con strumenti innovativi. Il mondo del web è pieno di corsi di team building indoor e outdoor, di team cooking, di ricette per diventare leader, negoziatori, comunicatori in 7 giorni. Ricordo la patetica vecchia storia dei sette chili in sette giorni. Ci si convince di poter risolvere i problemi con formule magiche. Invece, l’apprendimento è faticoso e necessita serietà e consapevolezza: esso è tanto destabilizzante quanto necessario.  L’esigenza del benessere aziendale è primaria rispetto ad altri bisogni.  L’efficienza  è poter contare  su  un  gruppo  di  persone  vive  e  felici, oltre  che  colte, istruite,

educate, professionali, affidabili.  Le azioni proposte nelle organizzazioni devono avere un senso per le persone che ci lavorano, per non rischiare di essere percepite come l’ennesima attività, calata dall’alto e mal digerita, quindi inutile. Borgherese Consŭlěre si propone come veicolo di riflessioni. Non ci sono pacchetti formativi, ma persone in grado di guidare la comunità organizzativa verso sé stessa. Pensiamo che, ogni giorno, in azienda non ci siano problemi da risolvere, ma che venga offerta la possibilità di comprendere la realtà, considerandola da diversi punti di vista. Adriano Olivetti nel libro “Il cammino della comunità” parla di verità, di giustizia, di bellezza, e soprattutto di passione. In linea con il suo pensiero, oggi più che mai attuale e necessario, crediamo nel potere delle relazioni all’interno delle comunità aziendali e all’esterno con i clienti. Questi ultimi diventano partner con cui sperimentare e condividere percorsi e non rappresentano più, solo, una fonte di guadagno: gli americani parlano di Customer Relationship. Management è, in modo naturale, creare e curare relazioni.
Attraverso questa visione il guadagno diventa una conseguenza solida e duratura.